UN GRADITO RITORNO, ALESSANDRO PORCELLI LIBERO DELLA PALLAVOLO MOLFETTA

Thursday 26 September, 2019

Correva la stagione 2013-14 quando Juan Manuel Cichello, a sorpresa, decise di schierare il diciottenne Alessandro Porcelli in battuta contro Città di Castello. Il libero, trasformato in schiacciatore e battitore in quella circostanza, rispose presente e bagnò l’esordio in Serie A. Da quel momento quattro lunghi anni a studiare dai migliori interpreti del ruolo nel campionato nel campionato più bello del mondo. Poi Lagonegro, in A2, e il CUS Bari, nella passata stagione, le ultime tappe sportive del libero molfettese.
 
Classe 1995, Alessandro Porcelli, resta uno dei migliori interpreti del suo ruolo in zona. La scorsa stagione è stato determinante nel “double” raggiunto dal Cus Bari, Coppa Puglia e vittoria del campionato di Serie D.
 
 “Ho scelto Molfetta perché quando sono in quella dannata palestra sento il calore della mia casa. Devo a questa squadra la mia crescita personale, e sento il bisogno di sdebitarmi – si presenta così Alessandro Porcelli, che continua - Quest anno vorrei essere protagonista di una bella annata. Sappiamo tutti quali sono gli obiettivi di questa squadra e, insieme ai miei compagni, sono pronto a raggiungerli”
 
Alessandro Porcelli si prende la seconda linea della Pallavolo Molfetta. A lui il compito di difendere i palloni più difficili e, questa volta, a lui spetterà l’arduo mestiere di essere il mentore del più giovane Vincenzo D’Alto. Ruoli invertiti, insomma, ma una certezza: Alessandro Porcelli torna a casa sua, torna ad essere biancorosso. Vestirà la maglia numero 12

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di PallavoloMolfetta.it Ulteriori informazioni